Coloriamo i Mandala con gli anziani

Prima di parlare dell’utilizzo del Mandale è bene sapere effettivamente cosa è un Mandala.

La parola deriva dal sanscrito maṇḍala (मण्डल), espressione i cui elementi letteralmente significano: “essenza” (maṇḍa), e “possedere” o “contenere” (la); viene di solito tradotta come «cerchio, circonferenza» oppure «ciclo» (entrambi questi significati derivano dalla locuzione tibetana dkyil ‘khor, (cfr. J. Herbert, J. Varenne, Vocabulaire de l’hindouisme, Dervy-livres, Paris 1985 p. 65).

Il mandala è un simbolo spirituale e rituale che rappresenta l’universo. Nasce in Oriente e viene usato nella cultura induista e buddista. Il mandala è rappresentato un po' nelle diverse culture e lo si trova come disegno anche in natura.

Il mandala significa centro, circonferenza è un disegno geometrico unificante con diverse figure, con un centro ben delineato. Ne derivano anche gli yantra che usa figure e lettere. Colorare un Mandala con gli anziani può offrire loro maggior benessere. Questa attività la possiamo utilizzare anche con i nostri genitori, possiamo proporre esercizi creativi finalizzati alla colorazione dei mandala.

Come procurarsi un Mandala?

In commercio esistono diversi libri di mandala in cui all’interno troviamo bellissimi disegni tra i più semplici ai più elaborati, possiamo fotocopiarli oppure è possibile scaricare da Internet molteplici modelli.

Per la colorazione dei mandala possiamo far usare loro: pennarelli, pennelli, tempere ed acquarelli e matite, attraverso strumenti di uso comune e quotidiano quali il tavolo di cucina, piatti di ceramica per le tempere e bicchiere di vetro per bagnare i pennelli con acqua ecc. per ridurre l’ansia.

Spiegare loro in modo semplice i colori primari e secondari, suggerendo le modalità di colorazione del disegno mandala.

Si può iniziare a colorare i disegni dal centro verso l’esterno o viceversa.

I colori primari  sono il rosso, blu, giallo più nero e bianco

I colori secondari si ottengono mescolando due colori primari.

Giallo + Rosso = Arancione
Giallo + Blu = Verde
Rosso + Blu = Viola

 

 

 

I colori primari e secondari

Aiutare l’anziano, o il nostro genitore nelle attività proposte con gioia, con la presenza attiva, stimolando alla colorazione con la nostra partecipazione, spiegando l’utilizzo dei vari materiali e le tecniche.

Le attività̀ proposte potranno essere “finalizzate”, “ad avere un senso” per la persona anziana, rispettando il suo vissuto e la sua cultura.

Nell’uso dei mandala, si raggiungono obiettivi cromatici stimolando all’autonomia alla bellezza e favorendo l’utilizzo della concentrazione ed il mantenimento temporaneo delle funzioni del cervello, coinvolgimento la persona al fare ed al rallentamento della perdita funzionale dovuta alla vecchiaia.

Caricando positivamente questa esperienza creativa, la si può accompagnare da elogi amorevoli e di incoraggiamento, su gli sforzi compiuti in ogni momento in cui si vede la persona anziana coinvolgersi.

Non rimarcare mai gli eventuali errori.

L’entusiasmo trasmesso da parte nostra incoraggia all’uso di momenti creativi personali, all’autonomia, insegnando alla persona ad utilizzare al meglio il proprio tempo con attività artistiche gratificanti che potrà vivere con le attività solite della giornata e migliorar la sua sfera emotiva.

Il colorare porta a concentrarsi nel momento presente, migliora l’attenzione e rilassa.

Si possono usare durante l’esercizio di colorazione brani di musica dolce e armonizzante come sottofondo.

All’inizio si useranno disegni semplici da colorare per poi con l’esercizio si sarà acquisita più dimestichezza, per arrivare a mandala più complessi.

Sotto:

Mandala semplice e mandala più complesso

Dedicare tempo agli anziani ed ai nostri genitori standogli vicino, tenendogli compagnia, fa star bene anche noi.

Come potreste infatti ringraziarli altrimenti? Che altro potreste dar loro, oltre al vostro amore e servizio? Pensate a tutte le cure, all'amore, ai dispiaceri, alla fame ed all'insonnia che hanno avuto e che hanno per voi. Siate gentili e dolci con loro, non siate aspri e scortesi. Fate del vostro meglio per accontentarli; obbedite loro perché conoscono molto meglio di voi il mondo e i suoi pericoli; questo è il modo di venerarli. (1)

Tiziana Mesiano
Pittrice ed Educatrice ai Valori Umani

(1) Sathya Sai, La voce dell'Avatar, Maingraft s.r.l., 1983, Vol. I, pag. 163

Redazione

Progetto Sai Vivere

Sito web: www.saivivere.it
itenfrdeptrues