Stima e Fiducia in se stessi

“Tu sei il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. Marty

Non è facile far stare in equilibrio una piramide posizionandola sulla punta. Ma se giriamo la piramide e la posizioniamo sulla sua base, essa rimarrà salda al suo posto.

Questa immagine è molto efficace quando ci rivolgiamo ai più piccoli per spiegare il senso e l’importanza della fiducia in se stessi. Altrettanto eloquente è l’immagine delle fondamenta di una casa. Quando si pone la domanda: “Avete mai visto una casa in costruzione? Da che parte si comincia?”, una sfilza di mani si agitano in aria. “Dallo scavo, dalle fondamenta!”, rispondono i bambini. E non ci vuole molto per spiegare che ci vorrà del cemento armato per renderle forti, stabili e sicure, perché quelle fondamenta dovranno sostenere tutta la palazzina, tutta la casa, “compreso i suoi abitanti!”  

L’analogia viene presto spiegata. La fiducia in noi stessi forma la base del nostro carattere, e il carattere modella a sua volta la nostra vita. Carattere e fiducia servono entrambi per sentirci forti e sicuri, e per sostenere il carico dei nostri momenti più faticosi. Un po’ come le radici di un albero (altra immagine calzante) che, ben piantati nel suolo, evitano che la pianta voli via con il primo soffio di vento. Insomma, la base di cui stiamo parlando regge la casa della nostra vita. Senza di essa non potremo erigere le pareti di autonomia e auto-soddisfazione, né metterci il tetto delle nostre conquiste. Non potremo, soprattutto, entrarci dentro e viverci!  

Fiducia in se stessi e stima di sé, sono determinanti per la crescita sana e equilibrata di un bambino; sono qualità necessarie ad ogni età. Quando vengono a mancare diventa più facile che si annidino i tarli della fragilità; il rapporto con gli altri diventa via via più difficile. Può succedere che dubbi sul nostro valore e sentimenti di inferiorità minino la posa della nostra casa.
Tra i suggerimenti per aiutare il bambino a coltivare auto-stima e fiducia in se stesso valgono senza dubbio i consigli di non umiliarlo mai, di dargli il tempo di cui necessita ricordandosi che è un cucciolo d’uomo che sta lavorando duramente per costruire se stesso, di elogiarlo ogni volta che puoi, e di credere fermamente in lui.

Lodare i bambini e celebrare i loro successi li aiuta a coltivare l’auto-soddisfazione. Quando essi realizzano che possono raggiungere i propri obiettivi e superare le sfide che crescere comporta, l’entusiasmo si trasforma in sicurezza e diventa una forza trainante. Sentendosi più sicuri migliorano le relazioni e il benessere in generale, e grazie al giusto apprezzamento del proprio valore, si impara ad apprezzare quello degli altri, diventando più in grado di esprimere opinioni e punti di vista con il dovuto rispetto e il giusto senso di misura.

Una nota importante che vale la pena di sottolineare è che la fiducia in sé si sviluppa soprattutto quando si diventa coscienti che “valgo in quanto essere umano”, poiché in tutti vi è una fonte di enormi potenzialità benigne. Saperlo ci sprona a sollecitare queste risorse invisibili e a credere profondamente nei valori inerenti all’animo umano. È a questa riserva che rende “tutto possibile” a cui ci si affida, ed è la fonte più profonda e pura di noi stessi. Ciò implica che nessuno potrà mai derubarci di questa ricchezza interiore perché ci appartiene, fa parte di noi. Non c’è nulla di più forte, stabile e sicuro.

Confidare in questo “Sé” più grande dal quale hanno origine i Valori Umani, è ciò che distingue la fiducia in se stessi dall’auto-stima. È d’uopo incoraggiare il bambino ad allenarsi per concretizzarli entrambi, facendo leva su talenti e qualità e praticando la fiducia in quella parte più profonda di sé per coltivarla, per metterla in qualche modo “alla prova”, per “toccare con mano” e scoprire la sua attendibilità. Fiducia e auto-stima lo aiuteranno ad impegnarsi per riuscire in ciò che si è ripromesso, che si tratti del superamento di un esame, l’ottenimento di una buona nota, o il miglioramento di altre forme di prestazione come quello di collaborare meglio con gli altri, essere più gentili, curare di più il proprio aspetto.

Favorire l’espressione e lo sviluppo dei talenti e le qualità umane dei nostri figli e allievi, serve quanto il nostro entusiasmo nel seguire i loro progressi, ricordandoci però di non sopraffarli con richieste e aspettative poco ragionevoli e lasciandoli sperimentare e “fare da soli”. Sapere che in loro abita intelligenza, acume, sensibilità e cuore, farà sì che questi tratti sbocceranno, illuminando la loro psiche e apportando forza e energia positiva a livello fisico e mentale.  

La nostra vita si basa sulla fiducia in sé, senza fiducia in noi stessi non potremo credere in niente, in nessuno e in nulla. Se manca la fiducia crolla ogni tipo di relazione, ogni struttura. Fiduciosi possiamo costruire noi stessi e rafforzarci l’un l’altro, e mirando in alto possiamo dire con sicurezza e calma: “Io posso”, “Io sono quel cambiamento che voglio”. Se la messa a fuoco è a registro si realizzerà il disegno che abbiamo nel cuore, e passo dopo passo, con un po’ di esercizio, volontà e fiducia, si raggiungerà la vetta della nostra piramide, un gradino dopo l’altro.  

A questi link troverete alcune attività pratiche da fare coi bambini:
La scultura della fiducia in se stessi
Modello piramide

Suzanne Palermo
Scrittrice, illustratrice ed Educatrice ai Valori Umani

Redazione

Progetto Sai Vivere

Sito web: www.saivivere.it
itenfrdeptrues