Esperienza di Servizio con il Banco Alimentare

La prima attività di servizio svolta dai volontari del Centro Sathya Sai di Udine risale al 1995 con la raccolta di vestiario destinato ai profughi di guerra nell’area di Sarajevo.

Nel 1996, i volontari si impegnarono a portare il pranzo ai bisognosi di una circoscrizione di Udine, avvalendosi dell’aiuto dell’Associazione IUDINSI.

Nello stesso anno, furono seguite alcune famiglie bisognose, alle quali furono dedicate attenzioni fornendo loro cibo, vestiario e prime necessità.

Nel 1998 fu contattato il BANCO ALIMENTARE, ed iniziò la collaborazione sostenendo dieci persone bisognose.

Da quel lontano 1998 ad oggi, i volontari di Udine hanno continuato ad operare, regolarmente e ininterrottamente anche durante le varie drammatiche vicende del Paese, compreso il recente e lungo periodo di lockdown pandemico che ha costretto tutti ad agire con particolare attenzione al contatto fisico.

Il servizio è stato riconosciuto anche in ambito comunale, dove per un periodo si è collaborato ad un progetto che includeva diverse associazioni dedicate al servizio sociale.

Arriviamo così ai giorni nostri, vengono assistite circa 90 persone tra le quali un gruppo di 9 ucraini, ospitati da parenti di Udine.

Si è aggiunto a febbraio 2022 una collaborazione con la Onlus Emergency alla quale è stato fornito materiale igienico sanitario, alimentare nonché medicinali spediti anche in Ucraina.

Da alcuni mesi si aggiunge la collaborazione con un corridoio umanitario dedicato ai bambini ucraini disabili che, come profughi di guerra, vengono portati in Italia per essere ospitati presso l’ospedale pediatrico Burlo di Trieste.

Anche gli animali ricevono amorevoli attenzioni tramite il sostegno a due associazioni dedicate, alle quali vengono procurati alimenti, medicinali e quanto altro possa servire.

Vorremmo inoltre ricordare che il Centro Sathya Sai di Udine dal 2010 al 2020, era attivo quale responsabile nella “Colletta Alimentare” che annualmente viene svolta da Banco Alimentare presso i supermercati convenzionati, collaborando anche con gli alpini, creando una grande sinergia d’intenti.

La dedizione al servizio dei membri del Centro Sathya Sai di Udine è testimoniata anche dalla loro ricerca della professionalità, maturata negli anni mediante la frequentazione di idonei corsi di formazione e specializzazione, in primis il corso A.S.P.O. (associazione psicologica malati di cancro terminali).

Alcuni dati relativi al servizio:

  • Nel 2020 sono stati distribuiti 350 pacchi a 62 indigenti e 30 nuclei familiari.
  • Nel 2021 sono stati distribuiti 800 pacchi a 80 indigenti e 34 nuclei familiari.
  • Da aggiungere anche le molte altre persone cosiddette “occasionali” ma che obbiettivamente sono in grosse difficoltà!

Praticamente il lavoro inizia con il mensile recupero delle derrate alimentari che sono depositate presso il magazzino generale di Banco Alimentare di zona.

Il giorno successivo o meglio, i giorni successivi al ritiro, si attende l’arrivo degli assistiti per il ritiro dei pacchi ed in alcuni casi sono i volontari a portare direttamente a casa degli indigenti quanto dovuto.

Aggiungiamo che alcuni articoli, a volte, non vengono dati dalla SIFEAD / Banco Alimentare come per esempio quanto relativo all’igiene personale, olio d’oliva, semi, caffè, ed in questo caso gli appartenenti al Centro di Udine fanno colletta tra loro raccogliendo quanto necessario per l’acquisto dei beni mancanti.

Detto questo, qualsiasi siano le difficoltà che vengono riscontrate in questa operazione di servizio, sono affrontate con serenità.

Per concludere, si desidera sottolineare come queste opportunità di servizio abbiano contribuito alla trasformazione del carattere, grazie alla comprensione che Dio esiste anche nell’altro e che siamo tutti Uno.

Questa visione dell’altro che non è separato da noi, ci porta a sviluppare la pazienza, l’amorevolezza e la collaborazione.

Con gli assistiti si è creata un’atmosfera familiare serena e gioiosa.

Questa consapevolezza dona quella pace che proviene dalla coscienza di aver fatto amorevolmente il proprio dovere.

Leggi tutto...

LA VITA in Bianco e in Grigio

Pensa bene, parla bene, agisci bene. 1

Forse non esiste un solo modo per vivere la nostra esistenza ed essere felici.

Evidentemente la diversità, nel mondo umano, come in quello animale, è la base fondamentale del fatto che la via alla felicità è diversa per ognuno.

Abbiamo tutti esperienze di persone, con le quali trattiamo frequentemente, non solo nella cerchia familiare, ma anche in quella amicale e lavorativa, che si trovano ingarbugliate in situazioni difficili, non sempre per un avverso destino, ma piuttosto per avere atteggiamenti a volte superficiali o incuranti nei rapporti sociali o anche per non riuscire a pensare al modo migliore per risolvere una situazione poco chiara.

Nessuno ha tra le mani una magica bacchetta per una esistenza soddisfacente, è ovvio. Dispiaceri familiari, fallimenti o difficoltà finanziarie sono aspetti dell’esistenza umana comuni, in ogni tempo e in ogni epoca, come sappiamo.

La contrarietà o l’opposizione è frequente in ogni ambito: il modo di affrontarle può essere vincente o perdente, positivo o negativo. Qui sta la differenza tra una esistenza con un basso livello di frustrazioni oppure… molto grigia.

Un approccio di tipo positivo alle situazioni e alle persone con le quali abbiamo contatti frequenti o assidui, come nel matrimonio, per esempio, o sul luogo di lavoro, oppure nelle amicizie, può fare la differenza come tra il bianco e il grigio.

Non è indifferente, per una vita soddisfacente, nascere in un paese del nord del mondo, con legislazione sociale positiva e democratica o nascere in un paese sottosviluppato, per un’iniqua divisione delle risorse e con minori possibilità di sviluppo culturale e tecnologico.

L’umanità, anche in condizioni poco favorevoli, riesce a realizzarsi con intelligenza, costanza e disciplina morale, superando grandi limiti.

Lo dimostrano opere straordinarie di grandi geni artistici come Leonardo, Dante, Ariosto, Leopardi per es. per motivi diversi, avevano dovuto superare incomprensioni, natali non favorevoli, vicende di opposizioni politiche o condizioni di salute.

Un perseguitato per credenza religiosa fu Baruch Spinoza, per citare un caso di avversione anche filosofica, perché affermava che Dio o la Natura sono la stessa entità.

In breve, si potrebbe dire che una vita, non esente da situazioni problematiche, può avere dei toni di bianco per un atteggiamento costruttivo o ottimistico, come spesso affermiamo, derivanti da un buon carattere coerente orientato a vedere il lato migliore delle persone, ad esprimersi con rispetto ed empatia: una fattispecie della tolleranza e dell’amore per il prossimo, a controllare le proprie emozioni negative, che danneggiano innanzitutto l’emittente, cioè chi le prova, le custodisce e non riesce a superarle.

Non riuscire a controllare il risentimento per il male ricevuto, essere sempre in lotta con il prossimo è un veleno, che causa anche un declino dello stato di salute, secondo studi di medicina e psichiatria recenti.

Conoscere e accettare con umiltà i propri difetti, ci rende più comprensivi e tolleranti verso gli altri.

Il dialogo con noi stessi, rivolto al grigio, per non dire al nero, condiziona la nostra vita in senso pessimistico e non ci consente di vivere il bianco, cioè la luce interiore, di cui tutti sono dotati.

L’autostima e la fiducia in sé sono la base per ricordare che l’altro è come me, dotato della mia stessa identità umana: una scintilla del Divino.

Se continui a ripetere che le cose andranno male, hai buone probabilità d’essere profeta. 2

Ester Campoli
Prof.ssa Filosofia ed Educatrice ai Valori Umani

1 Sathya Sai
2 Isaac Singer

 

Leggi tutto...

Le giuste parole

  • Pubblicato in Educazione

Cosa è necessario sapere per parlare in modo efficace e costruttivo con i nostri figli.

1^ Parte

Le parole che usiamo nel comunicare con i nostri figli sono molto importanti. L’arte del comunicare si può apprendere ed è importantissimo saperla utilizzare innanzitutto con loro. Questo lo possiamo e dobbiamo fare il più presto possibile, altrimenti, quando cominceranno a crescere e saranno adolescenti (età in cui il loro punto di riferimento sarà il gruppo dei pari e non più i genitori) sarà sempre più difficile recuperare con loro un rapporto soddisfacente, basato su una comunicazione efficace e rispettosa.

Naturalmente, tutto parte dall’amore che proviamo per i nostri ragazzi. Quando parliamo di amore, però, è bene precisare ciò che intendiamo. Ci sono tanti tipi di amore. C’è l’amore – attaccamento, che spesso alimenta aspettative da parte nostra nei loro confronti e, a volte, ci induce ad usare parole che possono condizionare, manipolare. Si tratta di un tipo di amore egoico, nel quale ci figuriamo il figlio come una propaggine di noi stessi in cui investiamo i nostri progetti (da noi, magari, non realizzati). In questi casi i nostri ragazzi si sentono spinti verso scelte che non sono le loro, e che possono diventare motivo di profonda insoddisfazione.

Amarli, invece, ci dovrebbe portare a rispettare la loro natura e aiutarli a sviluppare i talenti che sicuramente posseggono e che, non necessariamente, ricalcano ciò che noi siamo e desideriamo per loro.

Questo è il nostro obbligo nei confronti del bambino: dargli un raggio di luce, e seguire il nostro cammino.1

Detto questo possiamo esaminare alcune indicazioni da tenere ben presenti.

  1. È bene utilizzare un linguaggio positivo, piuttosto che negativo. Esempi del secondo sono frasi del tipo: “Non sai fare niente!”, “Come al solito, te ne freghi di tutto!”, “Su di te non si può contare”, ecc. Invece si può dire: “Puoi imparare!”, “Sviluppa le tue capacità”, “Sono certo che ce la puoi fare”, ecc. Frasi negative nuocciono all’autostima, non incoraggiano e creano le premesse per un’autosvalutazione dei ragazzi;
  2. Si parla, riguardo alla comunicazione, dei “messaggi-TU” e dei “messaggi-IO”. Quando parliamo con i nostri ragazzi, non temiamo di aprirci con loro e di dire cosa ci piace e cosa non ci piace. Dire: “Quando non metti a posto le tue cose, mi sento costretta a farlo io, e non mi piace”, è diverso dal dire “Quando non metti a posto le tue cose, mi obblighi a farlo io, e questo mi fa arrabbiare!”. Nei messaggi-io parliamo dei nostri bisogni e chiediamo comprensione e aiuto, nei messaggi-tu, accusiamo l’altro e lo facciamo sentire in colpa. Perciò, mentre nel primo caso si crea empatia, nel secondo caso si punta il dito, con le conseguenze che ognuno può immaginare.
  3. Spesso il rapporto con i nostri figli, soprattutto durante l’adolescenza, è basato su rimproveri e recriminazioni. A tal proposito, dovremmo chiederci sempre quale sia il fine dei nostri interventi. Se il nostro scopo è di farli crescere consapevoli e maturi, rispettosi e collaborativi, dovremmo usare toni fermi e pacati. Spesso, invece, ci facciamo prendere dalla reazione emotiva e scarichiamo le nostre frustrazioni e paure su di loro. È bene che facciamo un’attenta analisi al riguardo, poiché potremmo ferire profondamente la persona che abbiamo di fronte. Ricordiamoci che, anche se è nostro figlio, è un essere speciale, unico a cui dobbiamo tutto il rispetto che, giustamente, ci aspettiamo da lui nei nostri confronti.
    La lingua ha il potere eccezionale di fare del male e ferire, perciò dovete controllarla. Non fate soffrire nessuno con le parole; diffondete amore; siate pieni di amore.2
  4. Ascoltiamo attentamente ciò che ci dice nostro figlio, guardandolo negli occhi, così gli insegneremo ad ascoltare attentamente, a sua volta. Spesso le nostre comunicazioni sono frettolose e giungono a conclusioni affrettate. Invece, prendiamoci tutto il tempo necessario per dialogare serenamente con lui. Creiamo lo spazio e il momento giusti.
  5. Rendiamoci conto che i figli crescono e cambiano, maturano e possono arrivare a ragionare in modo diverso da noi. Ascoltiamoli e rispettiamoli.

    I vostri figli non sono vostri,
    Sono i figli e le figlie della forza che in se stessa ha la vita.
    Non vengono da voi, ma attraverso di voi.
    E benché vivano con voi, non vi appartengono.
    Potete dar loro il vostro amore, ma non i vostri pensieri,
    poiché hanno pensieri propri.

    Potete offrire una casa ai loro corpi,
    ma non alle loro anime.
    Poiché abitano le case del domani,
    che non potrete visitare nemmeno in sogno.

    Potete sforzarvi di essere simili a loro,
    ma non cercare di renderli simili a voi.
    Perché la vita non torna indietro e non si ferma a ieri.

    Voi siete gli archi, frecce viventi, dai quali i vostri figli sono scoccati.
    L’Arciere vede il bersaglio sul percorso dell’infinito,
    e con la Sua forza vi piega affinché le Sue frecce vadano veloci e lontane.
    Lasciatevi piegare con gioia dalla mano dell’Arciere.
    Poiché così come ama la freccia che scocca, così Egli ama l’arco che sta saldo.3

  6. Spieghiamo quali sono le ragioni che ci inducono a negare un permesso o a chiedere un certo comportamento. Mentre quando sono piccoli è necessario stabilire poche regole chiare e ferme per la salvaguardia della loro e nostra sicurezza, via via che diventano più grandi è bene modificarle, rendendole sempre più flessibili, in modo che imparino a sapersi gestire con sempre maggiore autonomia. Ciò li renderà sempre più sicuri di sé e maturi. Ma sarà necessario parlare con loro, riuscire a comprendere quali sono le loro compagnie, cosa pensano, quali sono i valori che vanno affermandosi in loro, per poter essere di guida.
  7. Se ci rendiamo conto di esserci comportati in modo sbagliato, non dobbiamo temere di riconoscerlo e chiedere loro scusa, magari con una frase del tipo: “Mi dispiace per ciò che è accaduto, ma io, quando ti ho detto (o fatto), sentivo…”. Riportare il dialogo sul “messaggio-io” crea il giusto clima di comprensione e fa riflettere sulle emozioni provate. Non dobbiamo temere di parlare con i nostri figli delle emozioni che proviamo (paura, rabbia, vergogna, ecc.). Se lo facciamo aiutiamo anche loro a riconoscerle, riflettere su di esse e parlarne.
  8. Parliamo con loro di ciò che riguarda la famiglia e le decisioni che si prendono nella gestione della stessa. Renderli partecipi degli avvenimenti, delle scelte che si fanno (per esempio nel programmare una vacanza, nel fare un acquisto importante) e di tutto ciò che può coinvolgerli più o meno direttamente, domandando anche il loro parere in merito, li renderà più consapevoli e attenti alle esigenze degli altri, e farà maturare in loro il senso di responsabilità. Naturalmente, il tutto va calibrato in base alla loro età, facendo attenzione anche all’indole che manifestano.
  9. Essere coerenti tra ciò che diciamo e ciò che facciamo. Questo è un aspetto fondamentale nell’educazione dei nostri figli, è un modo per essere esempi di correttezza e rispetto.
    Ricordiamoci, con le parole del grande poeta Gibran, che i figli non ci appartengono, ma che sono venuti attraverso di noi per vivere la loro, non la nostra vita.

In conclusione, possiamo dire che anche noi cresciamo insieme ai nostri figli!

Bruna Caroli
Professoressa in Economia, Psicologa, Mediatrice e Armonizzatrice familiare, Educatrice ai Valori Umani

1 Maria Montessori
2 Rita Bruce, Sathya Sai e l’Educazione dei Figli, Mother Sai Publications, gennaio 2004, pag. 217
3 Khalil Gibran, Il Profeta, Universale Economica/Oriente Feltrinelli, 2013

Leggi tutto...

Dolce Mamma

  • Pubblicato in Educazione

Il mese di maggio tradizionalmente è dedicato alla Madre Divina e alle Mamme, è un mese in cui le rose fioriscono nei soleggiati giardini e nei terrazzi e i fiori dai molti colori e profumi si aprono lungo gli argini dei fiumi, sui bordi delle strade, nei campi ad addolcire la cromaticità del paesaggio, ovunque in un tripudio di colori e di profumi. Madre Natura mostra la potenza della sua energia creatrice con tante nuove vite che si schiudono piene di forza e bellezza.

Leggi tutto...

Ispirazioni di forme creative nei Movimenti degli elementi

  • Pubblicato in Creatività

Quello che ci circonda é il punto di partenza, per attivare la fonte ispiratrice.

Una passeggiata nella natura, o guardare delle foto naturalistiche ecc, puó aiutarci a liberare l’energia vitale, dal solito modo di pensare ci immergiamo in sensazioni che possono cambiare lo stato interiore, un piccolo sforzo per accogliere e metterci a disposizione della fonte divina.

Leggi tutto...

Obesità e Flora batterica

Per alcuni è veramente difficile dimagrire, cioè ci sono persone che effettivamente fanno molta attenzione alla loro alimentazione ma a quanto pare hanno molta difficoltà nella perdita di peso, ci possono essere problemi costituzionali, alterazioni di ormoni e flora batterica.

Dobbiamo dire che il problema costituzionale è il problema più difficile da superare, cioè il fatto che si possa nascere esili, asciutti, magri questo lo vediamo anche negli animali, anche nei cani abbiamo dei cani che sono molto esili asciutti non ingrassano, abbiamo dei cani che nascono più massicci e che hanno sempre fame, che accumulano tantissimo. Quindi le persone che hanno una costituzione massiccia a livello di ossatura, hanno anche tendenzialmente un sottocutaneo più spesso quindi non hanno la muscolatura segnata, tendono avere sempre fame e soprattutto tendono ad accumulare tantissimo perché hanno una grande produzione di insulina che è quell’ormone che trasforma rapidamente gli zuccheri in grassi creando poi un'ulteriore fame, sono come dire degli accumulatori seriali, senza colpa, proprio di grassi così come alcune persone hanno invece un metabolismo molto attivo nascono già magri e esili quindi non riescono ad ingrassare.

Leggi tutto...

Inquinamento dell'acqua

L’acqua copre più di due terzi del pianeta, ma l’acqua dolce facilmente accessibile, che si trova nei fiumi, nei laghi, nelle zone umide e nelle falde acquifere, rappresenta meno dell’1% della fornitura mondiale di acqua. L’acqua dolce pulita svolge un ruolo fondamentale a sostegno della vita umana, dell’ambiente, della società e dell’economia ed è indispensabile per la vita sul nostro pianeta.

Leggi tutto...

Il libero arbitrio e la Bhagavad Gita

Con la parola “arbitrio” s’intende, comunemente, la facoltà dell'uomo di decidere delle proprie azioni e della propria volontà, quindi libero arbitrio è la facoltà di decidere liberamente il proprio destino.

Questo tema ricorre spessissimo nelle dissertazioni filosofiche, proprio perché il tema della libertà è, da sempre, uno dei più cari all'uomo.

La filosofia occidentale si esprime su questo tema attraverso vari punti di vista, che possiamo riassumere in tre grandi correnti di pensiero.

Leggi tutto...

Non ti capisco!

Tutti sappiamo quanto capirsi non sia sempre così scontato. Oggi ci si aiuta con il “feedback” (letteralmente “dare indietro il cibo ricevuto”), ritornando al mittente ciò che abbiamo afferrato del suo discorso. Questa tecnica ci evita di cogliere tra le righe cose che non ci sono, e di verificare se si sta parlando “della stessa cosa”; quando viene adoperata mette in evidenza quanto spesso ci si fraintenda, e con quale facilità! Accade in famiglia, al lavoro, a scuola, tra amici…; le possibilità di fraintendere il senso di quello che ci viene detto, o di essere a nostra volta fraintesi, si moltiplicano in modo inverosimile. Talvolta sono le opinioni differenti che non ci fanno avvicinare ad una corretta e reciproca comprensione, tant’è che ci sembra di ragionare su binari opposti; a volte le nostre parole, benché siano le medesime, hanno una valenza diversa – vuoi per esperienza, cultura, formazione, età…

Leggi tutto...

Protezione Ambientale

L'ala Giovani Adulti dell’Organizzazione Internazionale Sathya Sai ha organizzato tre programmi di servizi di pulizia lo scorso anno 2021, come parte dell'iniziativa di protezione ambientale "Serve the Planet". Amando la nostra Terra come casa, i giovani volontari Sai hanno raccolto assiduamente ogni tipo di rifiuto, come sacchetti e bottiglie di plastica, pannelli di polistirolo, lattine di alluminio, bottiglie di vetro e altri detriti.

Leggi tutto...

Divagando con la Storia - Un Maestro dello Spirito

Esistono momenti nodali nella vita di ciascuno, come nella storia collettiva. Per i primi, ciascuna persona, nell’ambito delle sue possibilità, del suo contesto familiare e professionale ha una certa libera scelta: per gli studi, il lavoro, il matrimonio o la dedizione agli altri.

Per i secondi, in tempi più difficili, contrassegnati da situazioni di scarsa disponibilità di risorse economiche o di buona formazione personale o di rigido sistema sociale, l’esistenza può essere stravolta da grande sofferenza.

Leggi tutto...

Come favorire l’autostima nei nostri figli

  • Pubblicato in Educazione

CRITICHE ED ELOGI

Spesso non comunichiamo correttamente di fronte ai comportamenti dei nostri figli a casa, a scuola, con i parenti, con gli amici ecc.

Abbiamo dei ‘cliché’ che replichiamo senza pensarci in modo attento. Così può capitare che, se ci siamo convinti che nostro figlio sia un ragazzo distratto, disordinato, con scarsa attenzione nei confronti del prossimo, anche se i fatti dimostrano altro, siamo pronti a redarguirlo, affibbiandogli delle “etichette” svalutative, come: “Sei il solito incasinato”, “Non sai fare niente”, “Combini sempre guai”, ecc.

Leggi tutto...

Essere gratitudine

Molti maestri hanno detto che la mente è come una chiave, girandola da un lato ci intrappola in pensieri non produttivi, girandola dall’altro ci libera negli spazi della gioia. Uno dei modi migliori per girare la chiave dalla parte giusta, per usare la mente verso la gioia, è la gratitudine. Di solito ci figuriamo la gratitudine come un sentimento piacevole che nasce quando ci succede qualcosa di bello, arriva un dono, incontriamo qualcuno che ci aiuta, e così via. Ma la gratitudine non è solo un sentimento, è un’energia molto forte che può venire coltivata, e da piccolo seme diventare un albero capace di donare ombra e frutti a molte persone.

Leggi tutto...

Inquinamento dell'aria

L'inquinamento atmosferico è dato da un insieme di tutti gli agenti fisici, chimici, biologici che modificano le caratteristiche naturali dell'atmosfera terrestre. I tipi di inquinanti più frequentemente presenti sono ossidi di zolfo, di azoto, residui organici volatili (VOC) e piccole particelle di polvere (aerosol).

Leggi tutto...

Vegetali e armonia, la forma delle cose nell’arte

  • Pubblicato in Creatività

Noi facciamo parte del tutto.

La forma è l’aspetto esteriore di una cosa, l’osservazione di essa, ci apre ad una ricerca con l’universo, con ciò che ci circonda, portandoci ad una conoscenza più profonda ed a una interconnessione con l’animo delle cose.

La natura racchiude diversi simbolismi, ricollegabili alla matematica, alla geometria, alla Creazione divina, presenti ovunque nel micro e macro, attraverso le forme e le sue strutture e le sue estensioni.

Leggi tutto...

I doni del silenzio

La nostra anima ha bisogno di solitudine. Nella solitudine, se l’anima è attenta, Dio si lascia vedere. La folla è chiassosa: per vedere Dio è necessario il silenzio. (1)

Il silenzio non è una attitudine scontata della mente e perché diventi una presenza stabile ed amica, dobbiamo fare un lungo lavoro su noi stessi, sulle nostre abitudini mentali alla irrequietezza, alla proliferazione verbale, mentale ed emotiva, al non essere “qui ed ora”. Patanjali nello “Yoga Sutra” ci ricorda che si perviene alla pacificazione della mente ed al silenzio, solo attraverso un lavoro su di noi regolare e costante. Infatti, è solo in virtù della continuità e della perseveranza nella pratica, che diventa possibile raccoglierne i frutti.

Tra i doni più belli e significativi del silenzio, troviamo: l'osservazione di se stessi, il raccoglimento, la meditazione e la preghiera.

Leggi tutto...

Piatto unico salutare e dimagrante

In questo video molto interessante troverete notizie importanti per un piatto unico e salutare e dimagrante.

https://www.youtube.com/watch?v=NCkt4DS50cg

Noi dobbiamo immaginare il nostro piatto unico come un piatto diviso in tre parti: in una parte mettiamo le verdure, nell'altra parte mettiamo i carboidrati cioè pane, pasta, riso quello che consideriamo il primo piatto e nell'altra parte mettiamo le proteine che vuol dire carne, formaggi, legumi tutto quello che rappresenta l'aspetto proteico. Ma soprattutto dobbiamo ridurre l'impatto dei prodotti animali proprio per evitare di invecchiare a livello di arterie, accumulare acidi urici, favorire tutta una serie patologie che sono legate con la carne.

Leggi tutto...

Inquinamento acustico

L’inquinamento acustico rappresenta uno dei più gravi (e sottovalutati) problemi ambientali, a causa dell’elevato e diffuso impatto sulla popolazione: i suoi effetti negativi sulla salute umana e sulla qualità della vita sono ormai noti.

Leggi tutto...

L’Anima del Mondo

Una tradizione filosofico-spirituale molto antica, a partire dagli Egizi, ritiene l’universo dotato di Anima, in ogni forma: corpi stellari, vegetazione, animali e uomini. “Ba” è il principio animatore del tutto, “Ka” è la derivazione dell’individuo che non ha mantenuto la purezza del principio divino. Se l’individuo non riesce a migliorare la sua vita, secondo la dottrina della metempsicosi, la sua vita successiva sarà ad un livello non umano, ma inferiore: albero, cespuglio, animale tra i più inconsapevoli e/o feroci. Alcuni studi sulle piramidi, come quella di Cheope, osservano che negli anni della sepoltura del faraone e della regina, i cunicoli che partono dalla loro sepoltura conducono ad Orione, a dimostrare che la loro anima diviene parte della costellazione.

Leggi tutto...

Come si misura la felicità?

  • Pubblicato in Valori Umani

Il pianeta rosso è meta sempre più ambita per le missioni spaziali. La sua temperatura non è proprio adatta a noi esseri umani ma se la scienza potesse riscaldarlo, ci sarebbe abbastanza anidride carbonica per far crescere e fiorire le piante e la vegetazione… Chissà che tra 100 – 200 anni una parte della popolazione mondiale non diventi “marziana”. Parole interessantissime quelle del Prof. Art-ong Jumsai, personaggio eclettico e di grande spessore professionale e umano: scienziato e membro del consiglio nazionale di ricerca e del parlamento Tailandese, direttore di una scuola privata totalmente autonoma dal profilo di sostenibilità (Sathya Sai School of Thailand), e responsabile del dipartimento di formazione degli insegnanti del ministero di pubblica istruzione, sempre del suo paese.

Leggi tutto...

Il Servizio è Amore in Azione

Attività di servizio della SSSIO

L’Organizzazione internazionale “Sri Sathya Sai International Organization SSSIO” svolge attività di servizio disinteressato in tutto il mondo. Le principali attività nel corso del 2021 sono state le seguenti:

Leggi tutto...

Donna e Iconologia - Parte 1

  • Pubblicato in Educazione

La vera natura della bellezza è descritta dalla poetessa Mallamma del Kannada, la quale dice che il loto dona bellezza allo stagno, le onde donano bellezza all’oceano e la Luna dona bellezza al cielo. Al devoto, è la virtù sulla fronte che dona bellezza, e alla vita è la virtù che dona bellezza. Senza virtù, la vita non ha più alcuna bellezza.1

Leggi tutto...

Protezione dell’ambiente come casa comune

Quando un uomo fa un lavoro ammirato da tutti, diciamo che è meraviglioso. Ma, quando vediamo i cambiamenti del giorno e della notte, il sole, la luna e le stelle nel cielo, e il mutare delle stagioni sulla terra, con i loro frutti in maturazione, chiunque dovrà rendersi conto che si tratta del lavoro di qualcuno più potente dell’uomo.1

Leggi tutto...

La cottura dei cibi

In teoria la miglior cottura sarebbe la non cottura. Chiaro che non è possibile in tutti i casi, ma per esempio noi abbiamo i semi. I semi contengono aminoacidi, proteine, sali minerali, omega 3, grassi sani; di per sé la potenzialità della pianta, del frutto, di tutto quindi sono l’alimento in natura più pregiato che ci possa essere. Quando questi semi non sono facilmente commestibili perché i semi lino, semi di zucca si mangiano facilmente ma se parliamo non solo dei semi dei legumi e il legume stesso, non è facile però abbiamo poi tutta la germogliazione.

Leggi tutto...

Il sentiero del silenzio - parte 1

Il silenzio è cammino. Chi vi si inoltra passerà dal “tacere”, dal silenzio di parole –come esercizio ascetico-, al “silere”, al silenzio dei desideri e dei pensieri. (1)

Per noi uomini moderni che corriamo freneticamente, il silenzio, oltre ad essere una dimensione sconosciuta, di cui non vale la pena occuparsi, è anche qualcosa da evitare perché in esso emergono emozioni, ricordi, parti dell’inconscio che non si è in grado di affrontare. Nello stesso tempo, la società ci spinge ad essere sempre coinvolti in qualcosa di esteriore, a riempire il silenzio con il suono e, immersi nel rumore, travolti e confusi da una valanga di informazioni, non sappiamo come riposare o rilassarsi o come semplicemente… essere. Ma c’è una parte di noi che aspira alla quiete delle campagne, alla calma delle onde che s’infrangono sulla riva del mare, alla pace dei boschi in cui possiamo ritrovarci ed ascoltarci in uno spazio nuovo e in un tempo inconsueto in cui tutto è più lento e dilatato.

Leggi tutto...

Ritratto del volto e dell’anima

  • Pubblicato in Creatività

Il ritratto, è una raffigurazione, eseguita con minuzia, attraverso l’osservazione del viso di una persona, un disegno quindi, che riproduce le sembianze del volto.

Dedicandoci alla visione dell’altro, impariamo a conoscere noi stessi e a guardare con il cuore. L’intima connessione con l’espressione artistica, si può avere con l’osservazione del volto e il suo disegno, facilitando il lavoro creativo, che andiamo a compiere.

Una volta che siamo presenti a noi stessi, indirizzeremo la nostra attenzione, verso la persona da ritrarre e alla nostra attività, con gentilezza, avvicinandoci al processo figurato, dove rappresenteremo, la nostra interpretazione del volto.

Leggi tutto...

Due facce della stessa medaglia

  • Pubblicato in Valori Umani

Un vecchio con un bastone cammina allegro per le vie della città. Ruota il suo bastone avanti e di lato, in alto e in basso, fendendo l’aria e sentendosi il re della strada. Per diverso tempo si diverte in questo modo pavoneggiandosi nel vedere che i passanti scappano alla sua vista, finché s’imbatte in un giovane fiero e coraggioso. “Signore”, dice costui, “per piacere, stia attento con quel bastone! Mi ha sfiorato il naso e quasi accecato un occhio!” Il vecchio, gonfio di orgoglio e arroganza, gli risponde. “Attento un corno! Sono libero di fare quello che mi pare e piace!” e incalza: “Poi, chi sei tu per dirmi quello che devo fare?! È il mio diritto di andare in giro e di fare quello che voglio!” Il giovane si ferma e ribatte con fermezza. “Lei ha ragione signore. È libero di fare ciò che vuole… ma la sua libertà finisce là dove comincia il mio naso”.

Leggi tutto...

Alberi Sacri dell'India - Parte 2

Cenni di fitogeografia del sub continente indiano

Il sub continente indiano si colloca nella fascia climatica tropicale o sub tropicale. Di conseguenza in India troviamo quasi ovunque una vegetazione lussureggiante, prevalentemente sempreverde. La flora dell'India è prevalentemente tropicale, ma sono presenti anche piante tipiche delle zone temperate, comuni anche in Europa.

Leggi tutto...

La Meditazione del Cuore (con audio)

Sempre più si sente parlare della meditazione come di una panacea per i problemi di stress e squilibri emotivi della vita, i medici la consigliano, i vari consulenti olistici la insegnano. In precedenza ho trattato l’argomento, e vi rimando anche agli altri articoli per ampliare il discorso. Ma sapete che la meditazione può anche essere una fonte proprio di quello che vorrebbe curare, cioè lo stress? Si sente dire a volte: “Ho provato a meditare, ma mi sono alzato più nervoso di prima…” “Non riuscivo a fermare i pensieri, sono stato fermo un’ora a cercare di calmarmi ma non ci sono riuscito…”

Leggi tutto...

Verso il ritorno alla normalità

  • Pubblicato in Educazione

Come affrontare difficoltà e disagi dei figli in questo momento particolarmente critico

Stiamo gradualmente uscendo da una situazione mai affrontata dai singoli e dalle famiglie, nuova sotto tutti gli aspetti.

Ci lasciamo alle spalle un lungo periodo di isolamento e di incertezza che ha profondamente cambiato le nostre abitudini, la nostra routine quotidiana, i nostri schemi mentali.

Leggi tutto...

Scienza e Fede: un dialogo a distanza

Scienza e Fede sembrano due posizioni inconciliabili da tempo. Il clima diffuso di entusiasmo, che coinvolge buona parte delle persone nei paesi occidentali, il mito di un progresso, in cui pochi vedono i risvolti negativi sulla natura e sull’uomo, sembra un’inarrestabile corsa al possesso di nuovi strumenti tecnologici non sempre indispensabili. Anzi, la categoria del superfluo diviene una costante della nostra esistenza. D’altra parte, sembra che avendo la scienza superato tutti i problemi, non ci sia più posto per la fede, quindi, la visione diffusa è che tutto è possibile alla scienza e che dobbiamo essere grati a coloro che con la ricerca scientifica e la tecnica ci rendono la vita più semplice e comoda.

Leggi tutto...

HElp Africa Relief (“HEAR”)

Nel 2020, la scarsità di cibo in Africa ha raggiunto uno stato criticamente inquietante. La pandemia, dovuta al Covid-19, ha fermato l’economia e le infrastrutture del continente e ha contribuito a una grave catastrofe a livello continentale con conseguente grave carenza di cibo.

In uno sforzo gigantesco, i Paesi dell’Organizzazione Internazionale Sri Sathya Sai (SSSIO) in Africa hanno lanciato una massiccia risposta umanitaria per nutrire le persone in 12 Paesi, nota come HElp Africa Relief ("HEAR").

Leggi tutto...

Impronte femminili nel tempo - Parte 3

  • Pubblicato in Educazione

Se potessimo utilizzare un tappeto magico per scivolare sull’eterno e fugace fiume del tempo ed andare a scoprire, in ere remote, le impronte che la donna ha lasciato nelle antiche civiltà in cui è vissuta, scopriremmo come le vere donne, esprimendo i valori insiti nel più profondo del loro essere, hanno caratterizzato il quotidiano, nelle loro società di appartenenza, tramandando fino ai nostri giorni gli aspetti più femminili di forza, determinazione, dedizione, comprensione, devozione e bellezza. Iniziamo questo nostro viaggio fantastico ed insolito da Est e troviamo che ….

Leggi tutto...

Pipino: Un Riccio Speciale

“Non trovo il fiato e le parole per darvi questa notizia così triste… Pipino è volato via così, all’improvviso…” Queste sono le parole di Massimo, un noto veterinario della provincia di Cuneo, che si dedica da diversi anni alla cura e al recupero dei ricci. Inizialmente la sua professione era rivolta alla cura dei grandi animali da reddito, mucche in particolare, fino a quando non gli capitò sotto mano una piccola riccetta di soli 25 g che aveva bisogno di aiuto. Quell’incontro stravolse la sua vita in quanto scoprì quanto amore sapevano dare i ricci nella loro semplicità e capì che questi piccoli animali spesso poco considerati o addirittura lasciati morire sulle strade investiti dalle auto, riescono ad entrare in una profonda empatia con l’essere umano. Dopo l’incontro con Ninna, così venne battezzata la riccetta, il dottore fondò un centro di recupero per ricci selvatici nel cuneese, tutt’oggi funzionante a tempo pieno.

Leggi tutto...

La mente specchio del Divino

Che cosa significa l’affermazione che leggiamo nella Chândogya Upanishad e altrove: “Tu sei Brahman (Essere Supremo), Quello tu sei”, affermazione che il Buddista ripete con le parole: “Tu sei Buddha?” Questo non sarà mai un fatto di coscienza per voi, per quanto possiate esserne intellettualmente convinti, fino a quando non abbiate ridotto, con la meditazione, la mente inferiore ad essere lo specchio in cui si possa riflettere quella superiore….” (1)

Leggi tutto...

Modellare la creta

  • Pubblicato in Creatività

Modellare la creta, per riscoprire l’atto di dar forma alle cose

Modellare, è dare ad una cosa, una forma precisa.

L'argilla o creta è un materiale di origine minerale esiste allo stato naturale sotto forma di sedimenti.

La creta è argilla sedimentaria che per le sue caratteristiche può essere modellata con le mani o appositi strumenti per la lavorazione della creta.

Proviamo quindi pian piano ad approcciare a ciò che può essere un processo creativo di manipolazione.

Leggi tutto...

Mai mollare!

Un sogno non diventa realtà per magia. Richiede sudore, determinazione e duro lavoro.1

“Non arrenderti, qualsiasi sia il tuo compito; riuscirai se il meglio tu darai…”, recita la filastrocca inglese “Don’t give up no matter what your task is”, il cui ritmo, calzato dal battito delle mani, imprime nella memoria dei fanciulli un consiglio fondamentale: mai mollare quando ti trovi di fronte ad un ostacolo, una difficoltà o la tua stessa pigrizia; continua a provare e persevera finché riuscirai nel tuo intento. In altre parole: evviva la determinazione!

Leggi tutto...

Il volto dell'altro

L’orizzonte religioso dell’etica fiorisce in un’esperienza esistenziale di grande sofferenza, qual è quella del filosofo Emmanuel Lévinas (1906/1995).

Di famiglia ebraica di origine lituana, visse l’esperienza devastante del lager nazista. La sua formazione filosofica e culturale si svolge a Strasburgo e poi a Friburgo, in cui segue le lezioni di Martin Heidegger, filosofo di grande spicco tra le due guerre mondiali.

Leggi tutto...

Alberi Sacri in India - prima parte

Negli articoli finora qui pubblicati abbiamo preso confidenza con gli alberi sacri dell’Europa, del Mediterraneo e del vicino Oriente. Abbiamo visto come, presso tutte le antiche civiltà, siano esistite associazioni tra il mondo vegetale e la vita sociale e spirituale delle varie popolazioni. Alberi e boschi ebbero rilevanza centrale nella religiosità dei Greci, dei popoli Germanici e di Roma antica, raggiungendo il culmine della venerazione e della sacralità con i Celti, per i quali gli alberi erano gli strumenti della conoscenza iniziatica, i boschi erano luoghi di culto e di insegnamento spirituale, residenza dei druidi, e fonte di ingredienti per le loro pozioni magiche e medicinali. 

Leggi tutto...

Dai senzatetto con il cuore

Raccontiamo in queste righe l’esperienza di un servizio svolto dai volontari del Gruppo Sathya Sai Milano E, quello di portare un po’ di the caldo, cibo e coperte a chi passa la notte in strada d’inverno durante l’emergenza freddo. Proprio grazie all’esperienza passata, dove a volte abbiamo avuto qualche difficoltà nel farci accettare da alcuni “utenti”, abbiamo deciso, come dire, una strategia diversa basata sul valore della relazione e sulla continuità d’intervento.

Leggi tutto...

La storia di Mario

Oggi vi racconterò la storia di Mario, e non pensate che Mario sia un uomo nonostante questo nome sia molto comune tra gli uomini, Mario è un gatto, proprio così, un bel gattone rosso che vive nella provincia di Bergamo. È da molto tempo ormai che questo gatto ha scelto di vivere con Cristina, la quale insieme al marito ha deciso di prendersi cura di lui dopo che per alcuni giorni il gatto si era recato davanti alla sua porta passando attraverso la ringhiera del suo giardino.

Leggi tutto...

Mudra, i gesti che curano – seconda parte

Le nostre mani sono un po' la parte tuttofare del nostro corpo, ci avete mai pensato? Sono lo strumento che ci permette di prendere oggetti e farci qualcosa, e tutti sappiamo quante cose si possono fare con l’aiuto delle mani. Ma non sono solo strumenti per afferrare e muovere oggetti. Accompagnano le parole sottolineandole e spiegandole visivamente, nascondono o mostrano, carezzano e curano, quante cose passano dal movimento delle mani! Non c’è da stupirsi se nelle dita passano gli 8 meridiani principali secondo il sistema energetico cinese, e se sono così importanti per veicolare l’energia del cuore e dell’universo nei sistemi della pranoterapia e del Reiki e tecniche simili.

Leggi tutto...

Colpa o Responsabilità?

  • Pubblicato in Educazione

Educare i figli al senso di responsabilità senza risvegliare in loro il fantasma della colpa.

Uno dei compiti più importanti nell’educazione dei nostri figli è quello di insegnare loro ad essere responsabili. La parola “responsabilità” ci richiama alla maturità di esseri senzienti e consapevoli, e, letteralmente, significa “abilità nelle risposte”.

Leggi tutto...

Oli Terapeutici

Parliamo di alimentazione anti-age, anti-invecchiamento, super-food ma in realtà dovremmo parlare di alimentazione normale perché tutti dovremmo alimentarci così. In particolare i super-food, cioè l’alimentazione antiossidante protettiva dall’invecchiamento che deriva dall’ossidazione che produce i cosiddetti radicali liberi, viene proprio dai prodotti freschi di stagione in particolare frutta e verdura. I caroteni sono presenti nei colori della frutta e verdura e quindi qualsiasi tipo di verdura di stagione, coltivata bene, senza andarla a prendere nelle agricolture intensive può essere già un super-food.

Leggi tutto...

Riflessioni a margine del Covid 19

  • Pubblicato in Educazione

Ci siamo mai fatti delle domande su come abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo quest’anno durante la pandemia COVID 19? Non intendo tanto il rapporto con le regole, più o meno opportune, più o meno restrittive, ma quello con la nostra vita intima, con le nostre emozioni e le nostre relazioni.

Leggi tutto...

Lo spettacolo della vita

Lo spettacolo della vita: il Testimone, il regista, gli attori.

Il Testimone

Lo Spirito che dimora all’interno di ognuno (Atman) è il testimone delle azioni e delle conseguenze dei tre guna (qualità della Natura) (A); è immobile, sacro e puro; è eterno, indivisibile ed automanifesto; è pace e non ha fine; è la saggezza stessa. L’Atman è riconosciuto come il Sé.

È il Testimone che osserva i tre stati di veglia, di sogno e di sonno profondo. (1)

Leggi tutto...

Stupore - Astonishment

  • Pubblicato in Creatività

Durante una passeggiata in un bosco, o in un parco osservando gli alberi ed il loro tronco, avete scorto sulla loro corteccia un volto o il profilo di un animale?

Avete mai visto nel vapore acqueo su di un vetro di una finestra, o su di uno specchio, una forma che rappresenta un oggetto che ci rammenta un ricordo, un simbolo, o un disegno sconosciuto? …

Leggi tutto...

Alberi sacri - Parte 7 - Olivo

PALESTINA

La regione mediorientale, che ora comprende l’odierno Israele, la Palestina, il Libano e la Siria, per la posizione geografica e le condizioni naturali, ospitava una gran varietà di boschi. Molti ricercatori hanno documentato la ricchezza forestale dell’intero territorio, ed è certo che, nel periodo biblico, la Terra d'Israele fosse più ricca di vegetazione arborea, rispetto adi oggi. Nel corso del tempo l'arrivo nel paese dei Figli d'Israele e di altre tribù (intorno al dodicesimo secolo a.C.), e la crescita naturale della popolazione hanno incrementato l'esigenza di terra per l'insediamento abitativo e rurale, con i conseguenti disboscamenti.

Leggi tutto...

Desidero… quella stella!

  • Pubblicato in Valori Umani

Da quando eravamo piccoli ci hanno abituati a compilare la nostra “lista dei desideri”. In primis c’erano quelle di Natale e delle cose che avremo tanto voluto ricevere al compleanno. Le occorrenze per ricevere o farsi un regalo si sono poi susseguiti negli anni, e nei mesi! Ad oggi, complice un mercato che ci sollecita fino all’inverosimile, le nostre liste si fanno sempre più lunghe. Ci spingono all’acquisto di oggetti che spesso non servono o che abbiamo già, magari in ottimo stato dimenticato in fondo ad un cassetto. Il guaio è che la natura del desiderio è quello di propagarsi: ne estingui uno e ne nascono subito altri tre! Un po’come le smanie e i capricci dei bambini. Del resto, chi è che li abitua a non essere mai soddisfatti e contenti? A stilare le “loro” liste-desideri?

Leggi tutto...

Emergenza Africa

Aiuto umanitario realizzato dall'Organizzazione Internazionale Sathya Sai (SSIO)

In tutto il mondo, centinaia di migliaia di persone sono colpite, ogni anno, da calamità naturali. La natura colpisce il cuore dell'umanità in un modo spesso inaspettato, lasciando dietro di sé una fascia di distruzione di vite, proprietà e civiltà. Disastri naturali, come terremoti, inondazioni, tsunami, uragani, carestie, tornado e incendi hanno causato devastazioni che invitano l'umanità a rispondere con cooperazione, generosità, compassione, generosità e sforzi incessanti per portare pace e normalità in mezzo a caos e distruzione.

Leggi tutto...

La storia di Enzo Maiorca

L’AMORE, quell’energia misteriosa che unisce l’uomo a tutti gli esseri viventi

Enzo Maiorca è stato un grande apneista italiano, morto nel 2013 a 85 anni. È stato un vegetariano dichiarato. In proposito, ha spiegato in un'intervista come abbandonò la pesca subacquea.

Leggi tutto...

Impronte femminili nel tempo - Parte 2

  • Pubblicato in Educazione

Se potessimo utilizzare un tappeto magico per scivolare sull’eterno e fugace fiume del tempo ed andare a scoprire, in ere remote, le impronte che la donna ha lasciato nelle antiche civiltà in cui è vissuta, scopriremmo come le vere donne, esprimendo i valori insiti nel più profondo del loro essere, hanno caratterizzato il quotidiano, nelle loro società di appartenenza, tramandando fino ai nostri giorni gli aspetti più femminili di forza, determinazione, dedizione, comprensione, devozione e bellezza. Iniziamo questo nostro viaggio fantastico ed insolito da Est e troviamo che ….

Leggi tutto...

La triplice quintessenza del Divino

La triplice quintessenza del Divino: Verità, Bontà, Bellezza

La natura della Suprema Realtà è rivelata come Verità, Bontà, Bellezza. Queste qualità non appartengono propriamente al Divino, che è al di là di ogni possibile qualificazione, ma sono le tre finestre attraverso le quali si può avere la percezione del Divino.

Leggi tutto...

Contemplazione silenziosa e disegno

  • Pubblicato in Creatività

Vi sarà capitato di camminare in un parco o in un bosco e rimanere incantati dalla bellezza di un albero e, attraverso esso, ristabilire un contatto con gli elementi naturali vivendo una connessione con l’elemento terra.

Leggi tutto...

Pranayama: il respiro triangolare

Pranayama significa controllo del Prana. Ma cos’è il Prana? E’ la definizione in lingua sanscrita per energia vitale, ed è presente dovunque. Prana circola nel nostro respiro e nel nostro corpo, è il fuoco nel Sole e il fluire nell’Acqua, è la velocità nel Vento e la coesione nella Terra, è la Vita che si esprime.

Leggi tutto...

Gli Elementi

  • Pubblicato in Valori Umani

GLI ELEMENTI: La base della vita: onoriamoli!

Un storia racconta di due amici astronomi. Uno dei due era ateo, l’altro credente. Un giorno l’ateo visitò il laboratorio dell’amico. Appeso al soffitto c’era un magnifico modellino del sistema solare.

Leggi tutto...

Alberi sacri - Parte 6 - Palma

ALBERI SACRI – 6.a Parte

EGITTO - Miti legati agli alberi.

In epoca predinastica1 ed arcaica (prima del 5000 a.C. Circa), il clima in Egitto era molto meno arido rispetto a oggi. Ampie regioni del territorio, ora desertico, erano occupate da una savana costituita di bassi cespugli. La flora era molto più rigogliosa, mentre in seguito, a partire dal terzo millennio a.C., solo la valle del Nilo ospitava vegetazione, principalmente di tipo acquatico e subtropicale. Di conseguenza, i miti legati alberi erano molto diffusi, perché si riconosceva che la presenza di vegetazione era fonte di prosperità e vita. Nell’Egitto dei faraoni gli alberi erano pochissimi e quindi sacri.

Leggi tutto...

La famiglia si allarga Seconda Parte

  • Pubblicato in Educazione

Come gestire la sfida costituita dall’ingresso nella famiglia di un nuovo essere: il figlio

Abbiamo già detto di quanto, la nascita di un figlio, soprattutto del primo figlio, rivoluzioni la vita di una donna. Soprattutto se è una donna che lavora, ella può avvertire una sorta di “perdita di identità”, un cambiamento così radicale e repentino da determinare delle ricadute sul piano psicologico. A volte la mammina sarà costretta a lasciare il lavoro, creando così delle difficoltà di carattere finanziario alla famiglia. Naturalmente ogni situazione ha le sue caratteristiche specifiche e non si può generalizzare. Molto dipende dal fatto che la maternità sia stata desiderata e programmata o meno. Anche l’atteggiamento di chi circonda la neo mamma: soprattutto il padre e i genitori (nonni), ma anche gli altri familiari e gli amici possono essere un supporto oppure provocare dubbi e aumentare la confusione. Infatti molto spesso si danno dei consigli non richiesti, interferendo così nella difficile ricostruzione del ménage familiare. È bene, invece, se si vuole essere d’aiuto, muoversi con molta circospezione ed aspettare le richieste di consigli da parte dei novelli genitori.

Leggi tutto...

La via della Bellezza

Gli antichi greci, come è noto, erano grandi estimatori della bellezza intesa come armonia, misura, limite, grazia di forme, perfezione…

Il gusto per la bellezza era collegato allo stupore di fronte alla Natura e all’Uomo che ne fa parte e connesso alla bontà o bene. I due termini Bellezza e Bene erano, pertanto, inscindibili sia che si guardasse alla Natura, sia che si guardasse all’Uomo.

Leggi tutto...

Impronte femminili nel tempo - Parte 1

  • Pubblicato in Educazione

Nei precedenti articoli ci siamo immersi nelle pieghe più nascoste dell’energia femminile per sondarne gli aspetti originali, gli archetipi, che caratterizzano la donna nelle sue infinite sfumature caratteriali e nelle inedite gradazioni di chiaro e scuro della sua personalità, che la rendono una creatura unica, affascinante e incantevole.

Leggi tutto...

Festival della Pace

  • Pubblicato in Creatività

PACE SIGNIFICA ESSERE UN MEMBRO DELLA FAMIGLIA MONDIALE

 

“La musica esprime ciò che non può essere espresso a parole e ciò che non può rimanere in silenzio.”
Victor Hugo

Leggi tutto...

Vivere il presente

  • Pubblicato in Educazione

Mai come in certi momenti la mancanza diviene presenza, presenza acuta e assillante nei nostri pensieri, nelle nostre ore, nelle nostre giornate. Una presenza dolorosa, amara, come una ferita sanguinante. È così che apprezziamo ciò che prima avevamo dato per scontato. Quante cose, quante cose banali (banali?) ci mancano, si affollano nella nostra mente, diventata un crogiolo di desideri inappagabili, quasi ossessivi!

Leggi tutto...

Spiritualità e salute

Il sintomo guarisce l’uomo, realizzando nel corpo ciò che manca alla coscienza. (1)

Spiritualità e salute sono due mondi apparentemente diversi, ma allo stesso tempo così intimamente legati, da influenzarsi l’un l’altro. Per cercare di capire meglio questa connessione, analizziamo i due termini.

Che cosa si intende per spiritualità?

Leggi tutto...

Lo scarabocchio

  • Pubblicato in Creatività

In etimologia Scarabòcchio deriva dal gr. SKARABOS dal lat. SCARABEUS scarabeo, e mediante una supposta forma peggiorativa SCARABUNCULUS o SCARABUCULUS (v. Scarabeo).

Leggi tutto...

Evviva il carattere!

Una storia racconta di un uomo di successo che, recandosi ad un Congresso internazionale dove è atteso per l’apertura plenaria, si trova costretto a farsi traghettare verso l’isola, sede dell’incontro, da un vecchio barcaiolo e una barca a remi visibilmente consunta.

Leggi tutto...

Consapevolezza dei Diritti e dei Doveri

“Attua il progetto di porre un tetto ai desideri compiendo con coscienza e costanza ogni sforzo per eliminare la tendenza a sprecare tempo, denaro, cibo ed energie e utilizza i risparmi a servizio dell’umanità.” (1)

Se volessimo usare pochi termini per sintetizzare il nostro tempo potremmo identificarlo in Comunità, Comunicazione, Consumo.

Leggi tutto...

Raccolta Tappi

Aiutaci a DARE SOLLIEVO con un tappo.

Da più di 10 anni i volontari di “Mother Sai”, sede della SSIO italiana in Via della Pace, 1 a Varallo Pombia (NO), si occupano gratuitamente di progetti altruistici...

Leggi tutto...

I Valori Umani nelle professioni

La maggior parte delle professioni è caratterizzata da un codice deontologico. Per accedere alla professione e per esercitarla correttamente, quindi, non solo è necessario intraprendere un percorso di studi che abilita alla professione, ma anche aderire e rispettare un codice deontologico che è ritenuto essere parte integrante della professione che si esercita. In pratica, “non basta la laurea” ma bisogna pure rispettare un dato codice deontologico per poter essere definito propriamente “ingegnere”, “medico”, “avvocato”, “giornalista” e così via.

Leggi tutto...

Alberi Sacri - Parte 5 - Pino

GRECIA CLASSICA E L’ANIMA DEGLI ALBERI

Anche nella Grecia arcaica le querce, che abbiamo visto nel capitolo dedicato all’antica Roma, erano considerate sacre, e si attribuiva loro l’origine dell’uomo. Il clima nell’antica Grecia era molto più umido rispetto ai tempi attuali, l’intera regione era ricoperta di foreste, devastate in seguito dalla pratica intensiva della pastorizia.

Nella Creta minoica, il cui territorio era ricoperto da foreste di querce, cipressi, ginepri, carrubi, palme, il culto degli alberi è attestato da dipinti ritrovati nelle rovine di Cnosso e dalla forma stessa delle colonne dei palazzi, che richiamano la forma degli alberi. Nell’isola di Creta erano assai diffuse le piante da frutto: l’olivo, il pero, il melograno, il mandorlo, il nespolo, il noce, il cotogno, il giuggiolo, il sorbo, il pino marittimo, di cui si mangiavano i pinoli.

Leggi tutto...

La famiglia si allarga

  • Pubblicato in Educazione

Come gestire la sfida costituita dall’ingresso nella famiglia di un nuovo essere: il figlio.

Prima Parte

Quando arriva un figlio all’interno della coppia, soprattutto se si tratta del primo figlio, si crea, evidentemente, una situazione del tutto nuova. La relazione della coppia deve affrontare una sfida e si deve riformulare, perché, accanto al ruolo di marito e di moglie, c’è ora il ruolo di madre e di padre.

C’è da chiedersi quanto si sia preparati per affrontarla.

Leggi tutto...

Al parco con i gessetti colorati

  • Pubblicato in Creatività

Il gessetto o gesso è una stecca, sia piccola che grande, che viene usata come materiale di scrittura o disegno, può essere bianca o colorata, viene utilizzata, anche per la lavagna, (lastra di ardesia).

I gessetti colorati, possono essere usati su fogli ruvidi, oppure su cemento, pareti, lastricato.

Il gesso è facile da maneggiare e può essere facilmente usato. Per cancellarlo, basta un po’ d’acqua.

Leggi tutto...

Mudra, i gesti che curano

Nel percorso in 8 parti di Patanjali, che abbiamo riassunto negli articoli precedenti, il collegamento tra mente ed emozioni, corpo e spirito si presenta continuamente. Assieme agli asana possiamo prendere in considerazione anche i mudra, gesti delle mani che muovono con precisione l’energia attraverso i meridiani.

I nostri principali meridiani attraversano il corpo dalla testa ai piedi, e l’importanza delle mani nella nostra vita ha fatto sì che in esse si sviluppassero collegamenti stretti con tutto il resto del corpo e della nostra fisiologia e circolazione dell’energia.

Leggi tutto...

La Mente e i suoi misteri

La mente umana è unica e capace di generare immagini e di scegliere una direzione.

Oggi l’uomo ritiene che le difficoltà, la gioia e il dolore siano causati da altri (o da fattori esterni come la politica, la società …) ma questo non è che illusione.

Leggi tutto...

Le radici della sofferenza

Ci sono cinque tipi di ostacoli, che provocano dolore, sofferenza, afflizioni (klesha). Il primo è l'ignoranza (avidya); il secondo è l'imperizia (abhinava); il terzo è il piacere (asthita); il quarto è la passione per le cose del mondo (raga); il quinto è l'insoddisfazione rabbiosa (dvesha). A causa di questi cinque ostacoli, l'uomo si separa, allontanandosi dalla propria realtà spirituale (atmica), non riesce a sperimentare il la visione (darshan) dello Spirito, non può gustare le gioie dello spirito. (1)

Leggi tutto...

Neuroscienza e Spiritualità - 2

PARTE 2

  • Conferenza “Neuroscienza e Spiritualità”
  • Relatore: Dott. Roberto Sartori
  • Luogo Evento: Bulgarograsso (CO) - Centro Sathya Ananda Yoga

Neuroscienza e Spiritualità sono due termini che da pochi anni posso essere messi vicino sulla stessa riga senza creare stridore. Prima, queste due parole erano esattamente una opposta all’altra. Dove c’era spiritualità non poteva esserci la scienza e viceversa. Due parole che non sembrano c’entrare niente una con l’altra, in realtà attualmente le due parole vanno a braccetto grazie a diversi passaggi, diversi piani evolutivi diversi accadimenti. Finalmente sia la scienza che la spiritualità affrontano le stesse tematiche. C’è stato un allargamento dello spazio di uno e forse della disponibilità dell’altro e oggi come vediamo in tante pubblicazioni, libri, tante occasioni ci sono scienziati che parlano di spiritualità e mistici che parlano di scienza.

Leggi tutto...

Neuroscienza e Spiritualità - 1

PARTE 1

  • Conferenza “Neuroscienza e Spiritualità”
  • Relatore: Dott. Roberto Sartori
  • Luogo Evento: Bulgarograsso (CO) - Centro Sathya Ananda Yoga

Neuroscienza e Spiritualità sono due termini che da pochi anni posso essere messi vicino sulla stessa riga senza creare stridore. Prima, queste due parole erano esattamente una opposta all’altra. Dove c’era spiritualità non poteva esserci la scienza e viceversa. Due parole che non sembrano c’entrare niente una con l’altra, in realtà attualmente le due parole vanno a braccetto grazie a diversi passaggi, diversi piani evolutivi diversi accadimenti. Finalmente sia la scienza che la spiritualità affrontano le stesse tematiche. C’è stato un allargamento dello spazio di uno e forse della disponibilità dell’altro e oggi come vediamo in tante pubblicazioni, libri, tante occasioni ci sono scienziati che parlano di spiritualità e mistici che parlano di scienza.

Leggi tutto...

Servizio a Faenza

Tendere una mano

Un’altra attività del Centro Sathya Sai di Faenza, dove ogni domenica dall’8 Marzo 1996 a mezzogiorno serve in media 65 pasti, senza contare quelli dati in asporto, è quella di confezionare pacchi alimentari per famiglie disagiate due volte l’anno. 
I servizi sociali del Comune di Faenza hanno accolto con vivo interesse questo progetto perché risponde alla precisa necessità di distribuire cibo sia ai cittadini extra comunitari sia ad alcuni residenti di fascia sociale povera.

Leggi tutto...

Alberi Sacri - Parte 4 - Quercia

IL MONDO ARBOREO DELL’ANTICA ROMA

Tutti sanno che Roma venne fondata e si sviluppò su sette colli, ma ognuno di questi, che ora a fatica si distinguono nel tessuto urbano della capitale, era molto boscoso, e i nomi che i primi romani assegnarono ad ogni colle derivavano dalle piante che li coprivano.

Leggi tutto...

Amore finchè morte non ci separi

Vi racconterò una storia d’amore durata per ben 20 anni tra due cicogne, soprannominate le Romeo e Giulietta della Croazia. Le cicogne possono vivere fino a 30 anni e stare insieme tutta la vita con un solo compagno. La cicogna bianca è un uccello migratore che porta la Primavera in Europa, percorre due volte l’anno ben 14 mila chilometri per riprodursi. La storia di Klepetan e Malena è una di quelle storie indimenticabili che ancora oggi continua a commuovere il mondo. Nel lontano 1993, Klepetan e Malena, erano giunti dal Sud Africa in Croazia per la stagione della riproduzione. Durante il periodo di nidificazione e di svezzamento dei pulcini, Malena rimase colpita ad un’ala da un cacciatore. Un uomo vedovo di nome Stjepan Vokic l’ha raccolse e la curò. Purtroppo, per lei non era più possibile tornare in Africa con il compagno. Al momento della migrazione, Klepetan ripartì con le altre cicogne, mentre Malena rimase con Vokic che la custodì nel suo garage durante l’inverno.

Leggi tutto...

Le Origini del Femminile Terza Parte

  • Pubblicato in Educazione

Le dee della mitologia e la donna

Nella prima parte abbiamo visto gli aspetti femminili relativi alle energie cosmiche espresse, come dee, nella cultura orientale  indiana, nella seconda e terza parte vedremo come le stesse  prendono forma   nella mitologia occidentale con  le dee dell'Olimpo, dell’antica Roma o  provenienti da altre culture antiche del mondo.

Leggi tutto...

Natura, fonte di ispirazione pittorica

  • Pubblicato in Creatività

Le fasi del giorno che hanno ispirato molti artisti

Molti artisti e poeti sono stati ispirati nelle loro creazioni artistiche e poetiche dalla contemplazione dei diversi colori del giorno. Questi colori hanno suscitato in loro moti creativi tali da far insorgere nella loro fantasia paesaggi astratti, surreali, … Si sono immersi nei colori dell’alba, del tramonto, del mezzodì ed hanno catturato i colori in tele e scritti che hanno percorso i secoli per essere ammirati ai giorni nostri.

Leggi tutto...

La Coerenza

  • Pubblicato in Valori Umani

La Coerenza - Vorrei che mio figlio non dicesse le bugie

Educare vuol dire “preparare alla vita”, un obiettivo a tutto tondo con rispetto all’istruzione scolastica che mira, innanzitutto, a preparare il giovane ad una professione. Ed ecco che la vita, che a sua volta diventa scuola, ci suggerisce di seguire un doppio binario. Di che cosa si tratta? Di educare “noi stessi” attraverso un percorso di consapevolezza mentre partecipiamo alla crescita di figli, alunni, o dei bambini che curiamo in base al nostro ruolo educativo. In questo modo diventa più facile, nonché naturale, trasferire le abilità che si rafforzano in noi, a loro. Un concetto, e un principio, fondamentali quando si tratta del valore della coerenza.

Leggi tutto...

Yoga - i cinque elementi

Sperimentare i 5 elementi in una sessione di yoga.

Ogni cosa riflette una parte di Dio. La Terra è un membro di Dio, e così il vento, l’acqua e l’aria. Anche l’âkâsha (spazio, etere) è parte di Dio. Questa era la ragione per cui anticamente tutti questi elementi venivano venerati come espressioni del Divino. La Madre Terra o Bhu Devi, il Fiume Gange o Ganga Devi, il Dio Vento (Aria) o Vayu Deva, il Dio Fuoco o Agni Deva e il Dio Spazio o Âkâsha Deva. Gli antichi vedevano in tutto la presenza di Dio e lo adoravano. (1)

Leggi tutto...

Alberi Sacri - Parte 3 - Frassino

L’YGGDRASIL, L’ALBERO DELLA VITA SIMBOLO DELL’ EVOLUZIONE SPIRITUALE

Presso gli antichi popoli scandinavi esisteva il concetto che la vita umana e la sua evoluzione sono paragonabili a quelle di un gigantesco albero, chiamato Yggdrasil, che era in grado di svilupparsi attraverso tutte le dimensioni dell’universo. Tradizionalmente questo albero è un Frassino, i cui rami giungono in tutti e nove i regni (degli uomini, degli dei, degli elfi, dei giganti…), tenendoli uniti.

Leggi tutto...

Disciplina sì, disciplina no.

  • Pubblicato in Educazione

È meglio essere permissivi o autoritari?

Nei vari decenni del secolo scorso si sono adottati vari stili educativi che sono passati dalla disciplina più rigida ad un maggiore permissivismo, sostenuto quest’ultimo dal pediatra Benjamin Spock che influenzò con i suoi scritti tutta una generazione di genitori occidentali, a partire dalla seconda metà degli anni ’50 fino a tutti gli anni 80.

Leggi tutto...

Bello e Sacro

Se consideriamo, in un excursus abbastanza rapido il Bello, partendo dall’antica filosofia platonica (V-IV sec. a.C.), ci rendiamo conto che proprio la Natura nelle sue forme smaglianti di colori, oggetto di studio nell’arte pittorica di ogni tempo, è la sorgente dello stupore nell’uomo, da cui nasce anche il filosofare.

Leggi tutto...

Pulizia Sile


È tempo di agire

Nella mattinata di domenica 24 marzo 2019, diciannove volontari dei Centri e Gruppi del Triveneto aderenti all’Organizzazione Sathya Sai Italia hanno partecipato alla pulizia di un tratto delle rive del fiume Sile quale contributo, ai progetti Serve the Planet - Go Green.

Leggi tutto...

L'Intelligenza delle Piante

L’INTELLIGENZA DELLE PIANTE E IL LORO RAPPORTO CON L’UOMO

Molte volte abbiamo sentito parlare di sensibilità delle piante e dell’idea che anche in esse alberghi lo spirito come negli animali e nell’uomo, in questo articolo riporto alcune considerazioni del prof. Stefano Mancuso, scienziato che dirige il laboratorio di neurobiologia vegetale di Firenze. L’idea di base di Mancuso è che le piante possano offrire un modello per la modernità, le piante sono intelligenti  e sono di capitale importanza per il benessere della vita umana, sia dal punto di vista biologico che psicologico. Ecco alcuni suoi pensieri pionieristici estrapolati da due sue interviste.

Leggi tutto...

Le Origini del Femminile Seconda Parte

  • Pubblicato in Educazione

Le dee della mitologia e la donna


Dalla radice sanscrita dev, che sta per 'luminoso', deriva  la parola  Deva, gli dei e  Devi, le dee. La radice dev   è la stessa da cui derivano nella nostra lingua i termini diva, divino, etc.

Leggi tutto...
Pagina 1 di 3