SATHYA SAI: Il miracolo dell'Amore, energia creatrice

Solo l’Uno respirava, solo l’Assoluto era; non vi era nessuno per sapere chi Io sono.

Così nei testi vedici si racconta dell’universo prima che col Big Bang l’Uno diventasse i molti.

Dio ha manifestato Se Stesso come i cinque elementi naturali (etere, aria, fuoco, acqua, terra); tutta la creazione non è altro che una loro combinazione in proporzioni varie. [1]

Ogni cosa è essenza, è una forma temporanea che ha origine da quella Vita unica al di là della forma, che è l’origine di tutte le cose, di tutti i corpi, di tutte le forme.

Siamo dunque tutti fratelli; uomini, piante, animali, minerali. Al di là delle differenti forme tutti conserviamo l’informazione di questa origine comune, di questa intima parentela. Questa informazione è il principio d’Amore, l’Energia che sostiene l’Universo.

Vivete nella consapevolezza costante della vostra parentela con gli altri e con l’Universo, fate del bene, trattate la natura con gentilezza, pronunciate parole dolci e sommesse, diventate come bambini privi di odio, di invidia e di avidità. Quando il vostro amore oltrepassa i confini della vostra famiglia e comunità e si espande a coloro che sono al di là, avete fatto il primo passo per attraversare la soglia dell’illusione. [2]

Il Maestro Spirituale Sathya Sai si rivolge agli uomini chiamandoli “Incarnazioni di Amore” e li esorta a non cercare Dio all’esterno ma a scoprire che il Divino, il principio di Amore, è insito in ogni essere umano e con consapevolezza differente in ogni forma vivente.

In ognuno c’è la Divinità riconoscibile come respiro. [3]

Ecco perché dobbiamo desiderare, oltre il bene nostro, il bene altrui. Servire il prossimo sviluppando pensieri positivi, senza odiare e disprezzare alcuno come il Maestro Sathya Sai ci ha mostrato con la sua vita esemplare.

[1] Sathya Sai, Pensiero del giorno 9/10/2016
[2] Sathya Sai, Pensiero del giorno del 4/10/2008
[3] Sathya Sai

Video

itenfrdeptrues